home
Organo Ufficiale della Fondazione Guglielmo Gulotta di Psicologia Interpersonale Investigativa Criminale e Forense.


 

Archivio > Anno XII n.1 > Editoriale

Nell’augurare un buon inizio anno a tutti la Fondazione Gulotta ricorda che da giugno 2010 ha promosso ulteriori iniziative di notevole interesse, tra le quali:

Poiché la psicologia investigativa è emersa negli ultimi anni come una delle prospettive professionali maggiormente stimolanti e foriere di sviluppo e poiché la disciplina ha ricevuto un notevole impulso dalla riforma che ha introdotto la possibilità per gli avvocati di compiere indagini difensive, avvalendosi anche di esperti quali psicologi che, nel rispetto delle norme giuridiche prefissate, possono assistere alle investigazioni, ricevere testimonianze, partecipare ai sopralluoghi, ecc., il 9 e 16 novembre 2010 si sono svolte a Milano due serate di studio rivolte a studenti e laureati nelle discipline psicologiche, giuridiche, psico-socio-assistenziali, educative, della comunicazione e medichesul tema Individuare il colpevole e scagionare l’innocente: le sfide della psicologia investigativa.. Agli incontri hanno partecipato come relatori il sottoscritto, il dott. Gianluca Gabbrielli (dottore in psicologia, operatore di Polizia Giudiziaria ed esperto di audizioni protette), il dott. Alessandro Spano (psicologo, vice presidente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia e sovraintendente della Polizia Scientifica di Milano), la prof.ssa Zara (criminologa, professore associato alla Facoltà di Psicologia dell’Università di Torino, Visisting Scholar presso l’Institute of Criminology, Cambridge University) e il prof. Marco Zuffranieri (psicologo, psicoterapeuta, docente a contratto presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Torino e consulente psicoforense). Per ogni serata l’Ordine degli Avvocati di Torino ha riconosciuto 3 crediti formativi.
Il 27 e 28 novembre 2010 si è tenuto, invece, un whorkshop dal titolo Distinguere tra sincerità e menzogna: applicazioni pratiche, possibilità e limiti dei nuovi strumenti scientifici nel contesto investigativo, forense e peritale. Esso ha proposto ai partecipanti, attraverso la presentazione dei principali metodi scientifici attualmente a disposizione e le esercitazioni in aula, gli strumenti teorici, concettuali e pratici per migliorare le competenze individuali al fine di distinguere tra una dichiarazione attendibile e una falsa, discriminare l’espressione emozionale genuina da quella ingannevole, riconoscere le dissonanze tra contenuto verbale e comportamento non verbale e diagnosticare correttamente la simulazione e la dissimulazione dei disturbi psichici. La didattica è stata svolta da docenti universitari e da esperti nel settore psicologico, criminologico e giuridico, tra cui il sottoscritto, la prof.ssa Luisella De Cataldo Neuburger e il prof. Giuseppe Sartori.
Per gli iscritti ai corsi on line e non vi sono stati poi due giorni di formazione, il 18-19 dicembre 2010 a Milano, dal titolo Lo stato dell'arte della psicologia giuridica in ItaliaLe giornate hanno avuto come tema in particolar modo: la diffusione delle buone prassi in psicologia giuridica, lo psicologo nel processo e la comunicazione interprofessionale, le novità nel panorama neuro scientifico in tema di valutazione psicologica, le scienze psicosociali e il processo, ecc. Le lezioni sono state tenute dal sottoscritto e dal prof. Giuseppe Sartori, dalle dott.sse Anna Balabio e Sara Codognotto e dagli avv. Paolo Della Noce e Lorenzo Zirilli.
La Fondazione Gulotta, in collaborazione con l'Associazione Benemeriti del Comune e della Provincia di Milano e la Società Umanitaria, ha inoltre promosso mercoledì 19 gennaio 2011 a Milano un convegno dal tema Diritti dei minori e le loro violazioni. I diversi interventi avvenuti - mio, dell’avv. Piero Dina (avvocato in Milano, presidente dell’Associazione dei Cittadini Benemeriti del Comune e della Provincia di Milano), della dott.ssa Moira Liberatore (psicologa e psicoterapeuta) e dell’avv. Maria Chiara Zanconi  (penalista e segretaria della Fondazione Gulotta), mentre purtroppo la prof.ssa Georgia Zara, per motivi di salute non è potuta essere presente - hanno evidenziato come le leggi nazionali e internazionali sono spesso contraddittorie e la tutela dell’integrità psichica e fisica del minore è spesso messa a repentaglio. Si è inoltre approfondito lo sviluppo del minore dall’infanzia all’adolescenza e si è evidenziata la necessità di ascoltare il minore nel rispetto dei suoi diritti e della sua evoluzione.
Per quanto concerne le attività che la Fondazione Gulotta promuoverà nei prossimi mesi dell’anno nuovo vi segnalo:
La ricostruzione dei fatti a fini processuali: contributi della scienza moderna.
Ogni procedimento giudiziario comporta sempre una duplice valutazione: da un lato è necessario considerare il “fatto” in termini giuridici secondo le norme del nostro ordinamento, dall’altro, per poter comprendere gli eventi nella loro complessità, è indispensabile andare al di là dei confini giuridici e ricostruirli attraverso l’impiego di strumenti scientifico-empirici proprie delle scienze umane. Per questo scopo del corso sarà quello di fornire, attraverso l’impiego di tecniche multimediali, l’opportunità di studiare i casi giuridicamente rilevanti non solo da un punto di vista psicosociale ma anche criminologico, genetico, neuro-scientifico, medico legale, ect. Il corso si terrà a Milano, presso la Sala Verri del Centro Culturale di Milano venerdì 11 e sabato 12 marzo, e venerdì 1 e sabato 2 aprile 2011 (i venerdì dalle 14.30 alle 19.00, mentre i sabato dalle 9.00 alle 18.30). La didattica sarà svolta da docenti universitari e dai principali esperti nel settore psicologico, criminologico e giuridico, quali: il prof. Balossino, il Cap. Carillo, il dott. Cerqua, il prof. Cherubini, il Ten. Col. De Fulvio, l’avv. Forza, il Gen. Garofano, il prof. Pietrini e il prof. Sartori. Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione, mentre gli avvocati potranno ottenere 21 crediti formativi, riconosciuti dall’Ordine degli Avvocati di Milano. Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere alla segreteria della Fondazione Gulotta: segreteria@scuolaforense.org oppure 346/0167844. Le iscrizioni verranno chiuse il 7 marzo 2011.
Convegno sulle Neuroscienze
La Fondazione Gulotta, in collaborazione con l’Università di Torino, sta organizzando un Convegno sulle Neuroscienze forensi che si terrà l’8 aprile 2011 presso l’aula Magna dell’Università di Torino; al momento l’evento è in fase di programmazione, pertanto appena possibile la Fondazione Gulotta invierà una email a chi si è iscritto alla nostra mailing-list e pubblicherà sul suo sito tutte le informazioni. L’iscrizione sarà gratuita.
Infine la Fondazione, come da statuto, si impegnerà anche nel 2011 a finanziare ulteriori borse di studio e progetti di ricerca. Con la fine del 2010 si sono concluse le borse di studio assegnate a:
a) dott.ssa Irene Rossetti, laureata in psicologia, che ha approfondito lo studio dell’evoluzione del senso di giustizia dall’infanzia all’età adulta, con revisioni e integrazioni sulla letteratura italiana e internazionale più recente;
b) dott.ssa Valentina de Michele, laureata in psicologia, che si è occupata in un progetto dal titolo La Fondazione Guglielmo Gulotta e l’interfaccia europea: progettare interventi attraverso i Fondi Europei;
c) dott.ssa Selenia di Bari, laureata in psicologia, che ha approfondito il tema della “La Scienza delle Prove Penali”;
d) la dott.ssa Lisa Giupponi, laureata in psicologia, che ha approfondito il tema della psicologia evoluzionistica.
Si ricorda, inoltre, che chi fosse interessato alle diverse iniziative promosse dalla Fondazione può consultare il sito www.fondazionegulotta.org o mandare una mail a segreteria@fondazionegulotta.it, richiedendo di essere inserito nella nostra mailing-list.
 
Avv. Prof. Guglielmo Gulotta
 

studio legale associato gulotta varischi pino
fondazione gulotta
Avv. Prof. Guglielmo Gulotta