home
Organo Ufficiale della Fondazione Guglielmo Gulotta di Psicologia Interpersonale Investigativa Criminale e Forense.


 

Archivio > Anno XIV n.2 > Editoriale

Due cari amici se ne sono andati lasciando una forte traccia nel nostro mondo. Se è vero che continuiamo ad esistere finché gli altri ci ricordano il dott. Luigi Cerqua e l’avv. Milena Pini, uno insegne magistrato e studioso, l’altra avvocato competente e combattivo, presidente dell’AIAF (Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia), resteranno con noi.

 
Come di consueto la Rivista Psicolgia & Giustizia vi informa delle attività promosse dalla Fondazione Guglielmo Gulotta di Psicologia Forense e della Comunicazione.
Con l’Università degli Studi di Padova e la Società di Psicologia Giuridica la Fondazione Gulotta ha organizzato un Convegno Nazionale sul tema Genitorialità e bigenitorialità. L’evento ha preso avvio dal Protocollo di Milano, prodotto a conclusione del Convegno Verso un protocollo per l’affidamento dei figli. Contributi psico-forensi - tenutosi a Milano il 16 e 17 marzo 2012 ed organizzato anch’esso dalla Fondazione assieme all’Ordine degli Avvocati di Milano e all’AIAF Lombardia – e dal cosiddetto Pronunciamento degli esperti di psicologia e psichiatria forense in tema degli ostacoli al diritto alla bi genitorialità e sul loro superamento del 21 ottobre 2012, elaborato dai più insigni docenti universitari e professionisti esperti nel campo della psicologia e della psichiatria forense a seguito delle polemiche sorte per il caso avvenuto a Cittadella (e del quale troverete ulteriori notizie nella sezione news). Al convegno hanno partecipato come relatori, oltre al sottoscritto, il dott. Gustavo Sergio, la prof.ssa Luisella De Cataldo, l’avv. Antonio Forza, il prof. Giuseppe Sartori, il prof. Giovanni Camerini e la prof.ssa Tiziana Magro. Esso ha fornito le più aggiornate ed accreditate conoscenze scientifiche in tema di genitorialità e bigenitorialità.
Nel fine settimana dell’8-9 giugno 2013 si è concluso il Corso di Alta Formazione in Psicologia Forense, Criminale e Investigativa che è cominciato a gennaio e si è svolto in 8 moduli. Esso ha visto la partecipazione, tra avvocati, psicologi, medici, assistenti sociali, ecc., di circa 70 corsisisti, i quali, oltre alle ore di lezione frontale e ai questionari di valutazione per ogni singolo modulo, hanno stilato una tesi di fine corso che ha permesso loro di ricevere l’attestato di partecipazione (che ha dato la possibilità agli avvocati di ricevere 24 crediti formativi e agli assistenti sociali 25 crediti formativi). Le dieci migliori tesi verranno pubblicate sul prossimo numero della Rivista.
Il prossimo importante evento, promosso ed organizzato dalla Fondazione Gugliemo Gulotta in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Milano, si terrà a Milano il 23 novembre 2013 e verterà su un tema molto innovativo: La condanna dell’innocente. L’assoluzione del colpevole. Cause e rimedi nella prospettiva psicoforense. Si consiglia di salvare la data in agenda perché si tratta di un avvenimento di notevole rilevanza sotto il profilo psico-socio politico e professionale. A breve verrà pubblicato sul sito della Fondazione (www.fondazionegulotta.org) il programma e i dettagli per l’iscrizione.
Si ricorda, infine, che la Fondazione Gulotta vive anche grazie al Vostro contributo, con la donazione del 5 per mille delle Vostre imposte.  Potete esserci vicini a sostenere i nostri progetti segnalando, nell’apposito riquadro del mod. 730, del CUD o del Modello Unico, il nostro codice fiscale: 05428630965. 
Colgo l’occasione per augurare una buona estate a tutti.
Avv. Prof. Guglielmo Gulotta                         
          

studio legale associato gulotta varischi pino
fondazione gulotta
Avv. Prof. Guglielmo Gulotta