home
Organo Ufficiale della Fondazione Guglielmo Gulotta di Psicologia Interpersonale Investigativa Criminale e Forense.


 

Archivio > Anno XII n.1 > News

Minori e testimonianza

Sono state pubblicate le Linee Guida Nazionali su L'ascolto del minore testimone, Roma 6.11.2010 redatte da Società Italiana di Criminologia, Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni, Società Italiana di Neuropsichiatria Infantile, Società Italiana di Neuropsicologia, Società Italiana di Psichiatria e dalla Società di Psicologia Giuridica.

Anche la Questura di Roma ha stilato delle Linee guida per L'ascolto del bambino testimone.

Obbligo di valutazione dello stress lavoro-correlato
Dal 1 gennaio 2011 è diventata obbligatoria la valutazione dello stress da lavoro-correlato, inserita nell’ambito della complessa ed articolata riforma della disciplina in materia di salute e sicurezza sul lavoro varata con il Dlgs 9.4.2008, n.81. La disciplina si regge sostanzialmente sull’Accordo europeo dell’8.10.2004, richiamato nel comma 1 dell’art. 28 del predetto decreto, nel quale si afferma che lo stress è uno stato che si accompagna a malessere e disfunzioni fisiche, psicologiche o sociali e che consegue dal fatto che le persone non si sentano in grado di superare i gap rispetto alle richieste o alle attese nei loro confronti.
Fra le cause che portano a tale situazione di stress vanno annoverate: la precarietà del lavoro, i cambiamenti e le innovazioni apportati all’organizzazione e alla gestione del lavoro, il disequilibrio tra l’attività lavorativa e il tempo disponibile per la vita privata. Al contempo sono stati individuati alcuni indici sintomatici dell’esistenza di problemi di stress all’interno del contesto aziendale come l’alto assenteismo o un’elevata rotazione del personale, i conflitti interpersonali o le lamentele frequenti da parte dei lavoratori.
Ma i contenuti alquanto generici dell’obbligo e l’acceso dibattito e contrasto sul fronte scientifico ha portato inizialmente il legislatore a rinviare al 16.5.2009 l’entrata in vigore delle disposizioni (art. 32 Dl 30.12.2008, n.207). Successivamente, dopo un breve e incerto periodo di entrata a regime, con l’emanazione del Dlgs 3.8.2009, n.106 è stato aggiunto all’art.28 il nuovo comma 1-bis che ha ulteriormente precisato che la valutazione dello stress lavoro-correlato deve essere effettuata nel rispetto delle indicazioni della Commissione consultiva della salute e sicurezza (art.6, comma 8, lettera m-quater, Dlgs n.81/2008) e comunque in mancanza dall’1.8.2010. Con la conversione del Dl 31.5.2010, n.78, per opera della legge 30.7.2010, n.122, questo termine è stato ulteriormente differito al 31.12.2010 e nel frattempo la Commissione consultiva per la salute e sicurezza, il 17.11.2010, ha emanato le tanto attese indicazioni metodologiche sulla valutazione previste dal comma 1-bis del predetto Dlgs n.81, pubblicate dal Ministero del lavoro con lettera circolare 18.11.2010, prot. N.15/SEGR/023693.
 

Infine per coloro che utilizzano il testo di Bricklin B., Nuovi test psicologici per l'affidamento dei figli in casi di separazione e divorzio. L'ACCESS, Giuffrè, Milano, 2005, abbiamo constato che ci sono degli errori che ci premuriamo di segnalare con la seguente errata corrige.


studio legale associato gulotta varischi pino
fondazione gulotta
Avv. Prof. Guglielmo Gulotta